Leonberger by Patty
Schede delle razze canine | Vivere con il cane | News | Vacanze con il cane | Libri | Contatto | Home  
 


News sul mondo animale
torna alla lista delle notizie

2009-10-16 15:30:11 - News
No al circo con animali nell'Unione Europea
Gli esseri umani scelgono di svolgere la professione circense, gli animali non hanno la possibilità di scelta. Prelevati dal loro ambiente naturale vengono chiusi in gabbia, picchiati, frustati per il divertimento del pubblico, di grandi e bambini.

Urs Pilz, Presidente della “European Circus Association”, a guida di una delegazione di rappresentanti dei circhi, lunapark, scuole professionali di circo e comunità itineranti, ha annunciato la pubblicazione di una relazione unitaria sull’implementazione della Risoluzione del 2005 del Parlamento Europeo sui Circhi. La relazione è stata presentata alla Parlamentare Europea Doris Pack, che si è battuta per la Risoluzione del 2005 ed è stata recentemente eletta presidentessa della Commissione Parlamentare per la Cultura e l’Istruzione. Afferma Urs Pilz. “La nostra coalizione desidera una collaborazione continua con la Commissione al fine di raggiungere ulteriori accordi nei prossimi anni”. Intitolata “Next Steps”, la relazione identifica anche le aree che richiedono maggiore attenzione. Le raccomandazioni puntano ad un ulteriore riconoscimento del contributo importante che i lunapark forniscono alla coesione sociale e alla cultura locale e delle arti circensi come parte della cultura europea. Per quanto riguarda i requisiti tecnici, la relazione richiede con urgenza dei provvedimenti per eliminare gli standard contraddittori che bloccano la libera circolazione dei circhi e dei lunapark. Sottolineando l’efficace creazione di un accordo francese tra circhi itineranti e le comunità locali, la coalizione chiede il sostegno per una carta a livello europeo.

La European Circus Association (ECA) ha poi annunciato l’apertura di un’azione legale contro l’Austria e la Città di Lussemburgo per sfidare la loro messa al bando degli animali nei circhi.
Ha dichiarato Urs Pilz: “Il diritto di presentare nel circo animali ben curati in buone condizioni di salute deve essere definito una volta per tutte. Egual trattamento per la comunità circense e applicazione della legge significano che i bandi stabiliti da autorità locali quali la Città di Lussemburgo devo essere annullati”.

L'arte è connessa alla capacità di trasmettere emozioni. Gli animali nei circhi trasmettono dolore, tristezza al pensiero che passeranno una vita in cattività. Si al circo, ma senza animali.
Per quanto gli esponenti del circo continuino ad affermare la modernizzazione dell’attività e che la normativa per la tutela degli animali è di alto livello, una vita in gabbia è una vita di dolore.

Per favore, inviate una mail alla Commissione Europea e chiedete di non sostenere i circhi con animali, non sono parte della cultura europea moderna, sono delle prigioni dove gli animali soffrono.

OIPA Italia nnlus- Organizzazione Internazionale Protezione Animali
http://www.oipaitalia.com

Fonte: Manda la lettera di protesta dal sito della Oipa Italia







Un progetto di Patrizia Viviani, i mei Leonberger: Niute, Bryan, Mac